Indice UV

FINO A 2: INDICE BASSO Un indice UV di 2 od inferiore indica un pericolo basso di esposizione ai raggi del sole per la persona media. Nei giorni luminosi si consiglia di indossare occhiali da sole. In inverno o in alta montagna, in caso di suolo innevato, la riflessione indotta dalla neve può quasi raddoppiare la forza dei raggi UV.

DA 3 A 5: INDICE MODERATO Un Indice UV da 3 a 5 significa, in assenza di adeguata protezione, un rischio moderato di danno da esposizione al sole. Si consiglia di prendere precauzioni, come ad esempio coprirsi se si sta all’aperto, e restare all’ombra nelle ore attorno al mezzogiorno, quando il sole è più forte.

DA 6 A 7: INDICE ALTO Un Indice UV da 6 a 7 significa alto rischio di danno da esposizione al sole se non adeguatamente protetti. Applicare una crema solare con un SPF (fattore di protezione solare) di almeno 15. Indossare un cappello tesa larga e occhiali da sole per proteggere gli occhi. E’ necessaria una protezione contro le scottature. Ridurre il tempo in cui si sta sotto il sole tra le 10 del mattino e le 4 del pomeriggio. Coprirsi il corpo con indumenti, indossare un cappello e occhiali da sole e utilizzare creme solari

DA 8 A 10: INDICE MOLTO ALTO Un Indice UV tra 8 e 10 comporta un alto rischio di danno da esposizione al sole se non adeguatamente protetti.
Ridurre al minimo l’esposizione al sole durante le ore centrali della giornata, dalle 10 del mattino alle 4 pomeridiane. Proteggere la pelle applicando una crema solare con un SPF di almeno 15. Indossare indumenti protettivi e occhiali da sole per proteggere gli occhi. La pelle non protetta verrà danneggiata e può scottarsi rapidamente.

11 O PIÙ: INDICE ESTREMO Un Indice UV di 11 o più alto comporta, in assenza di protezione adeguata, un rischio estremo di danni da esposizione al sole. Cercare di evitare l’esposizione al sole durante le ore centrali della giornata, dalle 10 del mattino a 4 pomeridiane. Applicare la protezione solare con un SPF di almeno 15 a intervalli di tempo regolari.

melanoma-3

Questi consigli sono specialmente utili per coloro che hanno la pelle chiara, gli occhi chiari che sono di un Fototipo particolare.

Coloro che hanno Fototipi bassi sono statisticamente più soggetti a sviluppare un melanoma.

Quanto è diffuso ? Il melanoma cutaneo è piuttosto raro nei bambini e colpisce soprattutto attorno ai 45-50 anni, anche se l’età media alla diagnosi si è abbassata negli ultimi decenni. Però tra costoro è stato visto che alcuni avevano riportato scottature da piccoli.

In Italia i dati AIRTUM (Associazione italiana registri tumori) parlano di circa 13 casi ogni 100.000 persone con una stima che si aggira attorno a 3.150 nuovi casi ogni anno tra gli uomini e 2.850 tra le donne. Inoltre, l’incidenza è in continua crescita ed è addirittura raddoppiata negli ultimi 10 anni. Attualmente si registrano circa 16.000 nuovi casi all’anno.

È opportuno ricordare che il melanoma cutaneo rappresenta solo una piccola percentuale (circa il 5%) di tutti i tumori che colpiscono la pelle.

Continua>>