ACM-Newsletter Gennaio 2017

“Insieme contro il melanoma”

Nasce la Newsletter dell’ACM

Con il 2017 arriva una novità per i soci: la Newsletter dell’Associazione che conterrà notizie utili per chi vuole approfondire le sue conoscenze rispetto al melanoma e alle cure.
Ma la Newsletter, che sarà inviata ai soci alla fine di ogni mese, conterrà anche notizie sulle attività dell’Associazione: uno strumento utile e un motivo in più per invitare amici e parenti a unirsi a noi, insieme contro il melanoma!

La sede di ACM rinnovata e ravvivata

dav

L’ammodernamento della sede che si trova c/o l’edificio 1 di Pediatria nell’Ospedale di Santa Chiara – Via Roma 67, è stato possibile grazie all’attività dei seguenti volontari:
Barinci Francesca, Dubbini Nevio, Lattanzi Roberto, Menchelli Fabrizio
a cui va un affettuoso riconoscimento della Presidente e dei soci tutti.

Gli orari di apertura al pubblico sono il:
Martedì ore 10.00 – 12.00
Venerdì ore 10.00 – 12.00
Durante l’orario di apertura della sede oltre ai normali servizi di informazione sulle problematiche del melanoma è possibile usufruire del servizio di bookcrossing.

Riassunto Workshop on Communication del 10-12 Giugno

pisaIntroduzione

A giugno 2016 alcuni membri di Melanoma Patient Network Europe (MPNE) si sono riuniti a Pisa per discutere sulla comunicazione che è essenziale per organizzazioni come la nostra.

Questo documento è un riassunto della conferenza, che ne evidenzia gli argomenti discussi. Per ulteriori dettagli, la presentazione è disponibile nella cartella Dropbox dell’MPNE

Unintroduzione alla conferenza

Antonella Romanini – Pisa, Italy

Nell’introdurre alla conferenza, Antonella ha parlato delle sfide della cura del melanoma soffermandosi sulla relazione tra medico e paziente.
Anche se siamo dei rappresentanti, dobbiamo ricordare che i pazienti hanno visioni discordanti su chi debba assumersi la responsabilità di decidere della loro terapia.
Il messaggio è che non tutti vogliono, sono in grado o sono abbastanza forti da essere responsabili della loro terapia.
Antonella pensa che ogni figura professionale debba lavorare per procurare informazioni adeguate a tutti gli interessati e che la comunicazione sia un elemento essenziale per far progredire la comunità. Continua a leggere