• francescagambassi

AL VIA LA CAMPAGNA NAZIONALE "CACCIA AL MELANOMA"


ACM aderisce alla campagna "Caccia Nazionale al Melanoma", ideata dalla Global Coalition for Melanoma Patient Advocacy. Per tutto il mese di Maggio, periodo tradizionalmente dedicato alla prevenzione del melanoma, vengono pubblicate sulla pagina Facebook dell'Associazione una serie di informative/iniziative per sensibilizzare quante più persone possibile sul tema della prevenzione tramite l'autoesame della pelle.

La campagna risponde ai risultati di un sondaggio globale condotto su oltre 700 dermatologi. Lo studio ha mostrato che, rispetto a un anno normale, si stima che un terzo (33,6%) degli appuntamenti sia stato perso a causa della pandemia, con un quinto (21%) dei melanomi in stadio iniziale non diagnosticato.

L'impatto del Coronavirus va chiaramente oltre i danni causati dal virus stesso. I blocchi nazionali e la pressione sui sistemi sanitari significa che altre malattie, incluso il melanoma potenzialmente mortale, sono passate inosservate e non trattate. Quindi, con la campagna “Caccia al melanoma”, stiamo reagendo e dichiarando "caccia aperta" al melanoma.

L’intento è che la campagna diventi “virale”, un virus positivo però! L’ideale sarebbe che le persone condividano la nostra guida con almeno altre sei persone a cui tengono. Conosciamo tutti qualcuno che passa troppo tempo a prendere il sole o usa lettini abbronzanti. O forse è un amico che è un appassionato giardiniere o ama fare sport all'aria aperta. Potrebbe essere qualcuno che lavora fuori per vivere, un operaio edile o un giardiniere.

Vogliamo che le persone ricordino che le possibilità di sconfiggere il melanoma sono enormemente aumentate se viene rilevato e trattato precocemente. Quindi, non c'è mai stato momento migliore per introdurre un autoesame mensile della pelle nella routine quotidiana di ognuno di noi.






3 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti